jueves, 7 de julio de 2016

Gaetano Partipilo and The Contemporary Five - Daylight (2016)

Label:
Genre: Contemporary Jazz
GAB's Rating: ★★★★★


Gaetano Partipilo ha appena pubblicato il suo nuovo album "Daylight". Il disco, realizzato con la nuova formazione Contemporary Five, è il primo del sassofonista barese pubblicato dalla Tuk Music di Paolo Fresu. "Daylight" è stato registrato con un gruppo di giovani musicisti tra i più interessanti della scena italiana; una formazione, il cui nome rende omaggio ai (New York) Contemporary Five di Archie Shepp.
Gaetano Partipilo ha appena pubblicato il suo nuovo album "Daylight". Il disco, realizzato con la nuova formazione Contemporary Five, è il primo del sassofonista barese pubblicato dalla Tuk Music di Paolo Fresu.
 


"Daylight" è stato registrato con un gruppo di giovani musicisti tra i più interessanti della scena italiana; la formazione, il cui nome rende omaggio ai (New York) Contemporary Five di Archie Shepp, è attiva dal 2014 ed è composta da Francesco Diodati alla chitarra, Alessandro Lanzoni al pianoforte, Luca Alemanno al contrabbasso e Dario Congedo alla batteria.
Tra umori newyorchesi e modalità compositive che rimandano al rock inglese contemporaneo, le nuove composizioni di Partipilo (oltre alle 3 improvvisazioni e ad una versione del brano "I Will" dei Radiohead) si muovono sulla linea di confine tra astrazione e melodia.
Ogni brano è un sapiente gioco di incastri mai uguale, dove elementi si sommano, sottraggono e si intrecciano per creare una forma musicale in perenne movimento.
La copertina è una foto di Partipilo, ed è la prima volta nella storia dell’etichetta che l’immagine viene realizzata dallo stesso musicista.

"Gli undici brani contenuti nel disco sono scaturiti dall’estro compositivo del leader, ad eccezione di I will – No man’s Land (Radiohead). Il mood onirico di Light Pressure è particolarmente pervasivo. Il sermone improvvisativo pensoso, per nulla oleografico, di Partipilo, è imperlato da improvvise scorribande cromatiche e cenni di inebriante growl multiphonics, sostenuto dal costrutto ritmico cangiante e stimolante intessuto dal tandem Alemanno-Congedo. Lanzoni dà vita a un eloquio tensivo e sussultante, dallo spirito narrativo, dal quale trasuda uno spontaneo trasporto emotivo. Choices è una composizione rasserenante, distensiva, in cui il sassofonista si esprime attraverso un playing vellutato e carezzevole. Downtown Again si apre con una intro finemente cerebrale di Lanzoni, che pullula di intriganti asperità armoniche. Qui Partipilo e Diodati interagiscono contrappuntisticamente, con energia e intensa carica espressiva. “Daylight” trasmette quiete interiore, un album in cui una considerevole prosperità intellettuale rappresenta il punto focale dell’intero lavoro." (Stefano Dentice - Soundcloud) 


 1  Light Pressure
2  Captain Kirk's Fall
3  Choices   
4  Israel Addiction
5  Triple Malt   
6  Downtown Again
7  Cross Reaction
8  I Will (No Man's Land)
9  Simonetti   
10 Quiet Before
11 Versus Doom

Gaetano Partipilo - sassofono
Francesco Diodati - chitarra
Alessandro Lanzoni - pianoforte
Luca Alemanno - contrabbasso
Dario Congedo - batteria





BUY IT @

https://itunes.apple.com/md/album/daylight-feat.-francesco-diodati/id1084309323

 

Foursome - SMUT! CLOCK! SPOT! (2016)


Source & Label:http://auand.com/au9057/
Genre: Modern Creative
GAB's Rating: ★★★★☆


Giocando sull’ambiguità del termine, i Foursome hanno preso il nome alludendo a una delle fantasie erotiche più comuni, il trasgressivo “triangolo” (“threesome”), intendendo significare come, nella loro “mischia a quattro” tutta musicale, ci sia perfetta intesa nel realizzare un programma in qualche modo discordante rispetto al consueto standard. I quattro sono Simone Copellini alla tromba, Federico Pierantoni al trombone, Giulio Stermieri all’organo Hammond e alle elettroniche, Riccardo Frisari alla batteria: tutti padroneggiano perfettamente la tecnica dei rispettivi strumenti e sono disinvolti improvvisatori, doti che con immediata naturalezza mettono al servizio di una idea-forza ardimentosa e controcorrente.
 


Su temi e arrangiamenti propri (cinque su otto di Stermieri) più il riuscito rifacimento, con l’apporto fondamentale della bravissima Gaia Mattiuzzi, di “Schliesse mir die Augen beide” di Alban Berg (meritevole di una lode speciale per la passionalità e le articolate movenze danzanti aggiunte all’originale), e adoperando le elettroniche con misura ed equilibrio (cioè senza farle trabordare), i Foursome creano le più diverse situazioni sonore, con intrecci, infittimenti, diradamenti e sovrapposizioni degli strumenti (in “Dro” si unisce anche il sax di Cristiano Arcelli), mantenendo un abile equilibrio fra scrittura e improvvisazione. Copellini è sfrontato com Booker Little, Pierantoni agile come Bob Brookmeyer, Stermieri fuori da ogni convenzione nell’uso dell’Hammond, Frisari capace di far superare alla batteria i ristretti limiti del mero accompagnamento, di continuo creando, con energia e urgenza espressiva, una forte tensione che si mantiene sino all’ultima nota di ogni brano. In più la registrazione è ottima: equilibrio fra suoni ben dettagliati e ampia scena. Aldo Gianolio

  



 BUY IT @

http://auand.com/au9057/


https://itunes.apple.com/us/album/smut!-clock!-spot!/id1093802358

 

Livio Almeida - Action & Reaction (2016) KARI-ON PRODUCTIONS








BUY THIS ALBUM